Maria La Spilla romanzo di Mazzola

Categoria: Articoli e Recensioni Pubblicato: Venerdì, 27 Giugno 2014

Maria la spilla, romanzo di pag. 155, edito dall'Associazione don Giuseppe Alario di Moio della Civitella (Sa) 2013, è l'ultimo lavoro di Mazzola, al secolo Antonio D'Agosto, già noto nel Cilento per aver dato alle stampe lavori come La vigna di Peppo, Bevere, Aniello e Nuziato.

Con questa nuova fatica, Mazzola non si distacca molto dalle precedenti, tutto proiettato a trasmettere episodi storici, tradizioni, usi, costumi, motti ed altri riferimenti propri del Cilento, terra che il Nostro ama profondamente e conosce nei minimi dettagli e che, scrittore per vocazione (come sostiene in questo ultimo scritto a pag.82, riferendo a proposito di un furto di libri, cosa da far ridere oggi poiché sfido se qualcuno di questi tempi oserebbe rubare un libro per leggerlo!) , vuole finalmente fermare sulla carta a beneficio delle generazioni future e dei lettori che vogliono immergersi nella conoscenza di una popolazione antica, laboriosa, depositaria di una cultura classica, quella della Magna Grecia, che è propria del Cilento, terra in cui ebbe dimora la scuola di Zenone.

Egli le affila proprio tutte le sue armi per farci penetrare appieno in quel mondo contadino, a cui tutti, nel passato come nel presente, Società e Politica hanno chiesto sacrifici oltre ogni limite di sopportazione.

Anche questa volta Mazzola affida questo suo raccontare alla biografia di un suo stretto parente, per l'appunto alla sorella Maria, che lui, scherzosamente, chiama con l'appellativo di Maria La Spilla, di qualche anno più anziana.

Non è un caso, forse, essersi servito della vita di una donna, penso, ma dubito e sono convinto, conoscendo Mazzola, che egli l'abbia fatto di proposito per aggiungere a quanto già detto negli altri romanzi un tassello molto importante, parlare della condizione della donna nel Cilento dell'altro secolo e degli sforzi, ancora molto timidi, che le donne hanno fatto e fanno per uscire da un mondo stereotipato, che le vuole ancora legate alle vecchie tradizioni di vita patriarcale. Donne che venivano apprezzate meno delle bestie, che rappresentavano un capitale e guai a perderle. Donne che quando nascevano non erano considerate benedizione del Signore perché per esse doveva pur farsi una dote per poterle maritare. Donne che erano soggette prima all'autorità del patriarca e poi del marito, spesso un uomo poco dissimile dalle bestie per ignoranza e per indigenza. Donne che lavoravano più di tanti uomini ed erano sottopagate. Donne che spesso dovevano sopportare le soverchierie dei padroni borghesi e perfino dei curatori di anime.

E chi più di Maria, sua sorella, potrebbe essere l'eroina da additare come esempio di emancipazione e di indipendenza? Maria, poco più che adolescente si imbarca con il fratello Antonio, appena quindicenne, su un treno che li porterà in Germania. Lei una ragazza intelligente, sarta e contadina insieme, ma timida e inesperta per non aver mai messo il naso oltre la siepe del suo piccolissimo paese, ottenuto a malincuore il permesso dei genitori, va all'avventura.

Appena giunta a Roma, luogo di coincidenza ferroviaria, s'imbatte già in un primo ostacolo: comandata dal fratello a richiedere il biglietto ferroviario per la Germania viene respinta dal bigliettaio perché dimentica il nome del paese di destinazione. Poi, nel tentativo di rintracciare la casa di una sua parente già residente a Engen, si perde e riesce a rintracciarla solo a tarda sera. Ma la ragazza, caparbia, incoraggiata dal fratello non si dà per vinta. Caparbia vorrà restare in Germania quando il fratello finalmente decide che la sua vita è nel Cilento, la terra che ama e da cui non si separerebbe neppure per tutto l'oro del mondo e decide di tornare a Moio della Civitella per aprire una officina.

Maria, invece decide di restare. Maria è caparbia, risoluta, anche quando si innamora di Karl, un bellissimo ragazzo tedesco; Maria è caparbia anche quando, saputo che i genitori di Karl diffidano di lei e non accettano che il figlio la frequenti, risoluta si reca in casa loro per farsi conoscere, per far vedere loro che lei è una donna come altre, seria, lavoratrice, intelligente e di carne ed ossa come tutti i tedeschi e che in più ha una educazione spiccata, quella rispettosa della nostra brava gente del sud. I genitori di Karl l'apprezzeranno e l'abbracceranno come figlia e si complimenteranno con il figlio per la magnifica scelta.

Maria è una eroina anche quando affronta il fratello, mandato dal padre per ricondurla in paese dopo che lei lo aveva informato di essersi fidanzata, ed affronta il padre, a muso duro e coi denti digrignati come una leonessa, dicendogli io l'amo e lui è il più bel giovane che abbia mai conosciuto in vita mia e costi quel che costi, io resto qui e me lo sposerò.

Maria è caparbia e intelligente capace di affrontare il padre e tutta la famiglia quando decide di scendere giù nel Cilento insieme al suo Karl per far vedere a suo padre che Karl è una persona degnissima di lei e di tutta la famiglia; ed avrà ragione perché il padre approverà il matrimonio e le sussurrerà nell'orecchio, abbracciandola,: hai fatto proprio una buona scelta.

Maria infatti riesce a convincere il padre che tutta questa diffidenza nel diverso è solo frutto del pregiudizio, dell'ignoranza e che lei è una ragazza intelligente, capace di muoversi con sicurezza ed autonomia in un mondo più vasto, rispetto al piccolo paesino natio.

Maria, il personaggio protagonista del romanzo di Mazzola, ci fa capire che nella vita tutto si deve conquistare con il sacrificio, l'intelligenza e la pazienza e che nulla ci è impossibile se a confortarci, nella lotta quotidiana, sono i nostri valori fondanti. Sì proprio se crediamo nei grandi valori che hanno condiviso donne e uomini che si sono affermati nei più svariati campi, delle scienze, della politica, delle arti, dell'industria e del commercio. E sono tante i cui nomi sono impressi negli Albi d'oro di tutte le nazioni.

Il personaggio di Mazzola è una donna con gli attributi come si direbbe oggi, anche se l'espressione direi che quasi non mi appartiene perché trovo volgare. E con gli attributi è pure Mazzola, il suo autore, il quale li ha dovuti cacciare tutti nell'imprimere alla sua penna tutte le capacità affinché il lettore venisse trasportato nel suo mondo contadino, nella superba terra cilentana, terra di sacrificio e di bellezze e di buone maniere, proprio come il mio Molise, ed immergersi nelle testimonianze vive delle nostre radici, i cui segni concreti come graffiti sono stati tracciati dall'autore, testimonianze della nostra italianità, del nostro essere unici più che rari tra le genti che popolano il mondo, testimonianze della nostra storia senza delle quali nessuno potrà dire “ io sono...”, poiché l'uomo senza radici non è altro che una bestia, essere senza passato e senza futuro.

Il romanzo di Mazzola costituisce un altro tassello importante per la definizione delle fonti di riferimento per chi cerca le radici della gente del Cilento.

Visite: 1032

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione: Per saperne di piu'

Approvo

Cookie Policy

La presente Cookie Policy è relativa al sito http://www.ugodugo.it (“Sito”) gestito e operato dal signor Ugo D'Ugo, Via Capriglione n. - 86100 Campobasso

I cookies sono piccoli file di testo inviati all'utente dal sito web visitato. Vengono memorizzati sull’hard disk del computer, consentendo in questo modo al sito web di riconoscere gli utenti e memorizzare determinate informazioni su di loro, al fine di permettere o migliorare il servizio offerto.

Esistono diverse tipologie di cookies. Alcuni sono necessari per poter navigare sul Sito, altri hanno scopi diversi come garantire la sicurezza interna, amministrare il sistema, effettuare analisi statistiche, comprendere quali sono le sezioni del Sito che interessano maggiormente gli utenti o offrire una visita personalizzata del Sito.

Il Sito utilizza cookies tecnici e non di profilazione. Quanto precede si riferisce sia al computer dell’utente sia ad ogni altro dispositivo che l'utente può utilizzare per connettersi al Sito.

Cookies tecnici

I cookies tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio.

Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web.

Possono essere suddivisi in cookies di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookies analytics, assimilati ai cookies tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookies di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l'acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.


La disabilitazione dei cookies potrebbe limitare la possibilità di usare il Sito e impedire di beneficiare in pieno delle funzionalità e dei servizi presenti sul Sito. Per decidere quali accettare e quali rifiutare, è illustrata di seguito una descrizione dei cookies utilizzati sul Sito.

Tipologie di cookies utilizzati

Cookies di prima parte:

I cookies di prima parte (ovvero i cookies che appartengono al sito dell’editore che li ha creati) sono impostati dal sito web visitato dall'utente, il cui indirizzo compare nella finestra URL. L'utilizzo di tali cookies ci permette di far funzionare il sito in modo efficiente e di tracciare i modelli di comportamento dei visitatori.

Cookies di terzi:

I cookies di terzi sono impostati da un dominio differente da quello visitato dall'utente. Se un utente visita un sito e una società diversa invia l'informazione sfruttando quel sito, si è in presenza di cookies di terze parti.

Cookies di sessione:
I c.d. ‘cookies di sessione’ sono memorizzati temporaneamente e vengono cancellati quando l’utente chiude il browser. Se l’utente si registra al Sito, può utilizzare cookies che raccolgono dati personali al fine di identificare l’utente in occasione di visite successive e di facilitare l'accesso - login al Sito (per esempio conservando username e password dell’utente) e la navigazione sullo stesso. Inoltre Open Source Solutions utilizza i cookies per finalità di amministrazione del sistema. Il Sito potrebbe contenere link ad altri siti. Open Source Solutions non ha alcun accesso o controllo su cookies, web bacon e altre tecnologie di tracciamento usate sui siti di terzi cui l’utente può accedere dal Sito, sulla disponibilità, su qualsiasi contenuto e materiale che è pubblicato o ottenuto attraverso tali siti e sulle relative modalità di trattamento dei dati personali; Open Source Solutions a questo proposito, considerata la mole di tali siti terzi, declina espressamente ogni relativa responsabilità. L’utente dovrebbe verificare la privacy policy dei siti di terzi cui accede dal Sito per conoscere le condizioni applicabili al trattamento dei dati personali poiché la Privacy Policy di Open Source Solutions si applica solo al Sito come sopra definito.

Cookies persistenti:

I cookies persistenti sono memorizzati sul dispositivo degli utenti tra le sessioni del browser, consentendo di ricordare le preferenze o le azioni dell'utente in un sito. Possono essere utilizzati per diversi scopi, ad esempio per ricordare le preferenze e le scelte quando si utilizza il Sito.


Cookies essenziali:

Questi cookies sono strettamente necessari per il funzionamento del Sito. Senza l'uso di tali cookies alcune parti del Sito non funzionerebbero. Comprendono, ad esempio, i cookies che consentono di accedere in aree protette del Sito. Questi cookies non raccolgono informazioni per scopi di marketing e non possono essere disattivati.

Cookies funzionali:

Questi cookies servono a riconoscere un utente che torna a visitare il Sito. Permettono di personalizzare i contenuti e ricordate le preferenze (ad esempio, la lingua selezionata o la regione). Questi cookies non raccolgono informazioni che possono identificare l'utente. Tutte le informazioni raccolte sono anonime.

Cookies di condivisone sui Social Network:

Questi cookies facilitano la condivisione dei contenuti del sito attraverso social network quali Facebook e Twitter. Per prendere visione delle rispettive privacy e cookies policies è possibile visitare i siti web dei social networks. Nel caso di Facebook e Twitter, l'utente può visitare https://www.facebook.com/help/cookies e https://twitter.com/privacy.

Nello specifico, si riporta di seguito la lista dei principali cookies utilizzati sul Sito e relative descrizioni e funzionalità, compresa la durata temporale.

1) Tipologia di Cookie Prima parte Funzionale
Provenienza Ugo D'Ugo
Finalità Recuperare le impostazioni dell'utente (salvare la sessione dell'utente e ricordare alcune impostazioni come le impostazioni di accessibilità)
Durata Cookie persistente
   
2) Tipologia di Cookie Prima parte - Funzionale
Provenienza Ugo D'Ugo
Finalità Memorizzare il luogo dell'utente e ricordare le impostazioni di lingua (in forma anonima)
   
3) Tipologia di Cookie Prima parte - Funzionale
Provenienza Ugo D'Ugo
Finalità Personalizzare il contenuto della pagina a seconda del dispositivo utilizzato dall'utente, delle sue scelte e delle impostazioni (in forma anonima)

Come modificare le impostazioni sui cookies

La maggior parte dei browser accetta automaticamente i cookies, ma l’utente normalmente può modificare le impostazioni per disabilitare tale funzione. E' possibile bloccare tutte le tipologie di cookies, oppure accettare di riceverne soltanto alcuni e disabilitarne altri. La sezione "Opzioni" o "Preferenze" nel menu del browser permettono di evitare di ricevere cookies e altre tecnologie di tracciamento utente, e come ottenere notifica dal browser dell’attivazione di queste tecnologie. In alternativa, è anche possibile consultare la sezione “Aiuto” della barra degli strumenti presente nella maggior parte dei browser.


E' anche possibile selezionare il browser che utilizzato dalla lista di seguito e seguire le istruzioni: - Internet Explorer; - Chrome; - Safari; - Firefox; - Opera. Da dispositivo mobile: - Android; - Safari; - Windows Phone; - Blackberry.

Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio offerto da Ugo D'Ugo.